C'era due volte il Barone Lamberto
C'era due volte il Barone Lamberto

C'era due volte il Barone Lamberto
C'era due volte il Barone Lamberto

C'era due volte il Barone Lamberto
C'era due volte il Barone Lamberto

C'era due volte il Barone Lamberto
C'era due volte il Barone Lamberto

1/10

C’ERA DUE VOLTE IL BARONE LAMBERTO

di Gianni Rodari

Adattamento e regia Andrea Bruno Savelli

con Luisa Cattaneo

Sergio Aguirre

Luigi Monticelli

Elena Fabiani

Scene e costumi Michele Ricciarini

Light Design Alessandro Ruggiero

Assistenza alla regia Federica Padovano

Produzione Teatrodante Carlo Monni e Centro Iniziative Teatrali

Debutto 6 gennaio 2018

In un'isoletta sul lago d'Orta vivono l'anziano e ricchissimo barone Lamberto ed il suo fedele maggiordomo Anselmo. Il barone non vuole arrendersi al passare degli anni, ben ventiquattro malattie lo affliggono, dalla A di asma alla Z di Zoppia, rendendo la sua vecchiaia insopportabile e dolorosa. Di ritorno da un viaggio in Egitto, la salute del vecchio Lamberto migliora e pare inspiegabilmente ringiovanito, quale incredibile segreto è custodito nelle soffitte del suo grande palazzo? Immune ormai allo scorrere del tempo, Lamberto deve però difendersi dal nipote Ottavio, ansioso di mettere le mani sull'eredità dello zio e da un gruppo di banditi senza scrupoli che irrompono sull'isola e lo prendono in ostaggio.

Un racconto rocambolesco, divertente ed esilarante, caratterizzato dai toni dell'assurdo e del comico tipici di Rodari. Uno spettacolo che avvince, emoziona e aggancia l'attenzione dei più grandi ma soprattutto dei più piccoli, che con leggerezza stimola la riflessione su temi complessi e delicati come il passare inesorabile del tempo, l'avarizia, l'arrivismo, la morte.

Il finale è come quello delle favole, ma se non piace , con un po' di fantasia può essere cambiato, come suggerisce l'autore stesso.


 

Consigliato per i bambini dai 7 anni.