FAVOLE AL TELEFONO

di Andrea Bruno Savelli dall'omonima raccolta di Gianni Rodari

Regia Andrea Bruno Savelli

con Diletta Oculisti e Giacomo Bogani

musiche eseguite da Fiesole Music Ensemble

Appositamente composte da

Andrea Benedetti - Alice cascherina

Elvira Muratore - Il paese senza punta

Matteo Zetti - Il topo dei fumetti

Giovanni Dario Manzini - Il palazzo da rompere

Roberto Prezioso - La guerra delle campane

Andrea Gerratana - Il paese con la S davanti

Scenografie e costumi Allegra Bernacchioni

Animazioni grafiche Paolo Moretti

Light design Alessandro Ruggiero

Assistenza alla regia Federica Padovano

Produzione Teatrodante Carlo Monni e Fondazione Scuola di Musica di Fiesole onlus

Debutto 8 dicembre 2015

Favole al telefono di Gianni Rodari è una delle più famose raccolte di testi per l’infanzia della letteratura moderna. L’autore, giornalista e pedagogo ha sempre fondato il suo lavoro sull’importanza della comunicazione tra generazioni diverse. La finalità del suo lavoro incontra in questo spettacolo la volontà dei produttori: proporre al giovane pubblico delle scuole dell’infanzia e primaria uno spettacolo che riunisca tre diverse forme espressive in un'unica rappresentazione: la prosa, la musica ed il canto. Si avvale dunque di molteplici linguaggi con l’intento di suscitare la curiosità dei giovani spettatori ed iniziarli a tutto tondo alla cultura teatrale e musicale. Usando una curiosa cornice narrativa, Rodari immagina il Ragionier Bianchi, un rappresentante in giro per l’Italia, che ogni sera racconta una favola al telefono alla sua bambina che non riesce a dormire. I racconti sono di varia ambientazione, vagamente surrealisti ed ispirati dalla più fervida immaginazione ma, al tempo stesso, con acuti elementi di critica sociale. I due attori ripropongono i personaggi più famosi e divertenti delle Favole di Rodari. Ritroveremo sulla scena Alice Cascherina e il suo anziano nonno, Giovannino Perdigiorno nel Paese con la s davanti e il Paese senza punta, gli esilaranti Mortesciallo e Stragenerale de La guerra delle campane, il buffo Topo dei fumetti ed infine la Ragionier Gamberoni e il Sindaco del Palazzo da rompere. Sei favole rappresentate come un unico racconto, un viaggio in mondi fantastici e meravigliosi, con scenografie interattive, costumi unici e musiche dal vivo suonate da sei strumenti (tastiera, flauto, percussioni, violoncello, violino e sassofono).

Consigliato per i bambini dai 3 ai 7 anni.

ACQUISTA

ONLINE

Teatrodante Carlo Monni // Fondazione Accademia dei Perseveranti

piazza Dante 23 - 50013 Campi Bisenzio - FI

tel. 0558979403 // fax 0550194650 //

e-mail: segreteria@teatrodante.it

CF 80008380489 // P.IVA 03464590482

logo fondazione d.png